L’Aquila c’è.

Torno a scrivere sul blog di L’aquila in Transizione. Prima è stato difficile trovare dei vestiti per non rimanere in pigiama più di un giorno, poi è stato difficile trovare un giaciglio dove dormire senza sentire troppo freddo, poi è iniziata la ricerca di un carica batteria per il cellulare e la ricerca del computer: era sotto un’intera libreria crollata, ma si è acceso. Oggi anche una connessione a Internet. Le persone di L’aquila in Transizione, anche se colpite duramente da quel Mostro arrivato di notte, stanno tutte bene e piano piano stanno cercando di tornare alla normali attività di ogni giorno. Una della nostre normali attività era quella di pensare il meglio per la nostra amatissima città e cercare di metterlo in pratica attraverso il coinvolgimento dei nostri concittadini. Oggi la nostra città è ferita. Quindi la nostra azione quotidiana deve diventare sempre più incisiva e decisa. Ripartire per ricostruire. Iniziamo con un grazie: non è mai mancata la solidarietà. Grazie a voi del network transition per quello che avete già fatto, che state facendo e che farete. Ci stiamo riorganizzando.
Francesca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: